Peter Pan e il PAOF

Ci siamo! E ci siamo con proposte nuovissimissime! Anche il Circuito  Provincia Ampliamento Offerta Formativa ci vede pronti e pieni di entusiasmo! Questi sono i nostri progetti per le scuole e le bibiloteche...

 

 

 

PIU’DIUNO

Una storia e un mistero! Aiutateci bambiniiiiiiii

Area: lettura animata  e attività di cartonaggio

Operatore: Laura  Sommavilla  e Nicola Agnoli

Grado  scolastico  a  cui  è  rivolto:  scuola  dell’infanzia ( il laboratorio è pensato anche per i piccolissimi utenti del nido integrato, della sezione primavera, ecc…)

PRESENTAZIONE
L’esperienza (lettura + attività di laboratorio) si articola sul racconto “Un buongiorno perfetto” di H. Van Rossum e Tjin Snoodijk: ogni mattina Piùdiuno si sveglia e si monta pazientemente gambe, braccia e testa… Ma stamattina non c’è qualcosa di importante! Aiuto bambiniiiiii. Cosa manca a Piùdiuno?? Questo divertente testo fa parte del progetto  “Nati per leggere”, al quale aderisce anche Peter Pan (che lavora e si diverte con i bambini da 12 a 36 mesi nel Micronido Peter Pan di Belluno e nel Nido Integrato del Comune di Trichiana): le sue caratteristiche ne fanno un piccolo gioiello da leggere già a bambini di un anno! L’esperienza proposta da Peter Pan è incentrata sulla presentazione della storia attraverso una lettura animata (con il narratore, il papà di Piùdiuno e… Piùdiuno!!!), sulla comprensione e rielaborazione del racconto attraverso un piccolo laboratorio mediante il quale ogni bambino costruirà il suo piccolo Piùdiuno e su un’attività di gioco…per aiutare Piùdiuno a risolvere il mistero del mattino!

OBIETTIVI

I percorsi ideati da Peter Pan vogliono incontrare la creatività tramite il ricorso ad una molteplicità di linguaggi: la forma del racconto e della narrazione orale (cura della relazione, dell’emozione, dell’espressività linguistica): i contesti comunicativi del mondo fantastico costituiscono un’opportunità di ascolto e di relazione da far vivere al bambino attraverso l’incontro magico con i personaggi della fantasia; l’espressione grafico-pittorica e quella plastica (linguaggio grafico, incontro fisico con la materia, metodologia del progetto): i materiali si configurano in una stimolante occasione di impegno per risolvere problemi sperimentando; lo stimolo ludico (finzione, curiosità, audacia, motivazione): il gioco è una modalità specifica che attraverso divertimento e complicità guida un apprendimento attivo.   Le attività propongono un incontro tra codici, secondo il principio dell’integrazione delle dimensioni della creatività, per affermarne una volta di più il suo valore.

PROGRAMMA

Queste le tappe dell’incontro:

  • Introduzione al fatto misterioso
  • Lettura animata del racconto Un buongiorno perfetto;
  • giochi di immedesimazione;

-          attività manuale di costruzione di tanti piccoli “Piùdiuno”;

-          attività di gioco: caccia al …misterioso pezzo perso di Piùdiuno;

-          conclusione del racconto.

MODALITÀ  ORGANIZZATIVE

Numero  di  partecipanti  massimo: 1  gruppo ­classe

Numero di operatori: 2 compresenti

Durata:  di  1,5  ore  complessive  – 1 incontro

Spazi  richiesti: aula, biblioteca  (con prese  elettriche)

Materiali  richiesti : -

Attrezzature  richieste: -

Materiali  forniti  dall’operatore: materiali  specifici il per  laboratorio

Attrezzature  fornite  dall’operatore: varie

Altre  esigenze: ­ -

Disponibilità  operatore: da  ottobre  a  giugno  – da  lunedì  a  sabato  – mattina  e pomeriggio

Costo:  1 laboratorio €  150,00  esente I.V.A.+ € 1,81 marca da bollo (con 2 operatori compresenti); 2 laboratori consecutivi in giornata, nella stessa scuola o nello stesso comune € 250,00 esente I.V.A. + € 1,81 marca da bollo (sempre con 2 operatori compresenti).

Per le biblioteche: il laboratorio può essere presentato ad un pubblico di famiglie: ad ascoltare, lavorare e giocare possono essere le coppie genitore/figlio insieme! E’ possibile inoltre  concordare un’appendice all’esperienza rivolta ai genitori: un breve incontro (da 30 a 60 min. max) per consigliare cosa, come,quando e perché… leggere ai piccolissimi!

 

STORIE DI LEGNO

Una storia  insieme a Gianni e a voi

Area: lettura animata e partecipata, attività di cartonaggio, att.manuale con pasta di legno

Operatore: Laura  Sommavilla  e Nicola Agnoli

Grado  scolastico  a  cui  è  rivolto:  scuola  dell’infanzia, scuola primaria

PRESENTAZIONE

L’esperienza (lettura + attività di laboratorio) si articola sul racconto “A sbagliare le storie” di Gianni Rodari: “c’era una volta una bambina che si chiamava Cappuccetto giallo. – No, rosso! – Ah,si, Cappuccetto rosso…” Con questo testo originale e divertente  Peter Pan intende fare giocare tutti i bambini a partire da una storia molto conosciuta, che dà la sicurezza necessaria per diventare i protagonisti della narrazione… e non solo!  L’esperienza proposta da Peter Pan non prevede solo la partecipazione alla lettura animata dai narratori, ma anche la collaborazione a muovere dei personaggi un po’ speciali su un teatrino… un po’ speciale!  Per la comprensione e rielaborazione del racconto Peter Pan propone, durante il primo appuntamento, un piccolo laboratorio mediante il quale ogni bambino costruirà la sua versione della storia; durante gli eventuali secondo, terzo e quarto appuntamento (scuole e biblioteche possono scegliere questa versione lunga e partecipata del progetto) l’esperienza di sperimentare la ricetta della pasta di legno, di realizzare burattini dalle forme geometriche, di appropriarsi della storia da novelli burattinai!

OBIETTIVI

I percorsi ideati da Peter Pan vogliono incontrare la creatività tramite il ricorso ad una molteplicità di linguaggi: la forma del racconto (cura della relazione, dell’emozione, dell’espressività linguistica), con i contesti comunicativi del mondo fantastico; l’espressione grafico-pittorica e quella plastica (linguaggio grafico, incontro fisico con la materia, metodologia del progetto), con la sperimentazione; lo stimolo ludico (finzione, curiosità, audacia, motivazione), guida per un apprendimento attivo.   Le attività propongono un incontro tra codici, secondo il principio dell’integrazione delle dimensioni della creatività, per affermarne una volta di più il suo valore.

PROGRAMMA

Primo (o unico) incontro:

-          Lettura animata e partecipata del racconto A sbagliare le storie;

-          Collaborazione alla narrazione drammatizzata attraverso i personaggi a modulo;

-          attività manuale di costruzione dello “scambia-quadro.

Secondo incontro:

-          sperimentazione della ricetta della pasta di legno;

-          lavorazione delle forme geometriche.

Terzo incontro:

-          rifinitura (con attrezzatura da falegnameria) delle forme che compongono i burattini;

-          coloritura.

Quarto incontro:

-          prove tecniche con i nuovi burattini e il teatrino di Peter Pan: tutti burattinai!

MODALITÀ  ORGANIZZATIVE

Numero  di  partecipanti  massimo: 1  gruppo ­classe

Numero di operatori: 2 compresenti nel primo incontro; 1 negli eventuali 2-3-4 incontro

Durata:  di  1,5  ore  complessive  – 1 incontro

Spazi  richiesti: aula, biblioteca  (con prese  elettriche)

Materiali  richiesti : -

Attrezzature  richieste: -

Materiali  forniti  dall’operatore: tutti i materiali  specifici il per  laboratorio

Attrezzature  fornite  dall’operatore: varie

Altre  esigenze: ­ -

Disponibilità  operatore: da  ottobre  a  giugno  – da  lunedì  a  sabato  – mattina  e pomeriggio

Costo:

laboratorio da 1 incontro di 1,5 ore: € 150,00 oppure laboratorio di 1+3 incontri (il primo di 1,5 ore con due operatori, il secondo, terzo, quarto  incontro di 2 ore con un operatore per altre 6 ore:  €  450,00  compresi i materiali (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo;

2 laboratori consecutivi  ( con l’intervento cioè degli stessi  due operatori che in giornata intervengono in un’altra classe della stessa scuola o dello stesso comune) di 1 incontro:

€  250,00 compresi i materiali (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo;

2 laboratori contemporanei (con l’intervento cioè di due operatori in due classi diverse) oppure  2 laboratori consecutivi  ( con l’intervento cioè dello stesso operatore che in giornata interviene in un’altra classe della stessa scuola o dello stesso comune) di 1+  3 incontri:  €  850,00 compresi i materiali (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo.

Per le biblioteche: il laboratorio può essere presentato ad un pubblico di famiglie: ad ascoltare, lavorare e giocare possono essere le coppie genitore/figlio insieme! E’ possibile inoltre  concordare un’appendice all’esperienza rivolta ai genitori: un breve incontro (da 30 a 60 min. max) per consigliare cosa, come,quando e perché… leggere ai piccolissimi!

 

 

 

IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI

Area: racconto, gioco, creatività: attività ludica e musicale + attività manuale

Operatore: Laura  Sommavilla e/o Nicola Agnoli

Grado  scolastico  a  cui  è  rivolto: scuola  dell’infanzia e  scuola primaria

PRESENTAZIONE DELL’ATTIVITA’

Cosa?

Che straordinaria parata! Come non divertirsi con la composizione “il Carnevale degli animali” di Saint-Saens? Il laboratorio prende il via da questa meravigliosa sfilata musicale che offre la possibilità ai bambini di trasformarsi assecondando i propri desideri, le proprie emozioni, le proprie capacità di relazionarsi con gli altri; i suggerimenti dell’operatore aiuteranno i bambini prima a costruirsi una vero e proprio travestimento da animale e poi a giocare con ritmo e melodia dentro la nuova pelle!

NB: A fine laboratorio il gruppo di bambini avrà travestimenti e coreografia per eventuali recite o feste scolastiche!

OBIETTIVI

I percorsi ideati da Peter Pan vogliono incontrare la creatività tramite il ricorso ad una molteplicità di linguaggi: la forma del racconto e della narrazione orale (cura della relazione, dell’emozione, dell’espressività linguistica): i contesti comunicativi del mondo fantastico costituiscono un’opportunità di ascolto e di relazione da far vivere al bambino attraverso l’incontro magico con i personaggi della fantasia; l’espressione grafico-pittorica e quella plastica (linguaggio grafico, incontro fisico con la materia, metodologia del progetto): i materiali si configurano in una stimolante occasione di impegno per risolvere problemi sperimentando; lo stimolo ludico (finzione, curiosità, audacia, motivazione): il gioco è una modalità specifica che attraverso divertimento e complicità guida un apprendimento attivo.   Le attività propongono un incontro tra codici, secondo il principio dell’integrazione delle dimensioni della creatività, per affermarne una volta di più il suo valore.

PROGRAMMA

Primo incontro:

-          presentiamo il Carnevale degli animali: una storia, tante storie, una composizione, tante partecipazioni!

-          Scoviamo gli animali che fanno parte della parata…

-          Giochiamo ad immedesimarci in un animale della parata!

Secondo incontro:

-          infiliamoci nella pelle dell’animale che abbiamo scelto: costruiamo i nostri costumi (con il cartone ondulato);

-          raccontiamo l’animale che siamo: coloriamo i nostri costumi (con colori a dita, tempere e/o materiali di recupero come riviste o altre carte un po’ strane!)

Terzo incontro:

-          giochiamo a ballare: raccontiamo il nostro animale con il suo passo e il suo tempo!

-          Giochiamo a esprimerci: raccontiamo il nostro animale con la sua mimica facciale e il suo atteggiamento corporeo!

Nel corso dei tre incontri previsti ogni bambino avrà individuato, progettato e realizzato il proprio costume per il Carnevale degli animali:  attraverso la nuova pelle avrà imparato a conoscere le potenzialità espressive e creative offerte dal travestimento, che consente  di esprimersi  in maniera del tutto nuova attraverso il colore  e il corpo; attraverso la nuova pelle dei compagni di classe, avrà intuito i desideri, le emozioni e le capacità degli altri e avrà giocato ad unirsi ad gruppo che si divertirà a confrontarsi tra somiglianze e differenze.

Così al piacere e alla soddisfazione di aver realizzato un costume con le proprie mani si aggiunge il gusto del tutto speciale di festeggiare il Carnevale (quello degli animali e, perché no, anche quello vero!) nell’atmosfera autenticamente divertente e fantastica   di un grande ballo  per la classe (e per gli spettatori che lo vorranno vedere a Carnevale o in una recita scolastica)!

MODALITÀ  ORGANIZZATIVE

Numero  di  partecipanti  massimo: 1  gruppo ­classe

Durata:  di  6  ore  complessive  – lezioni  in aula  di  2  ore; salvo  accordi  differenti

Spazi  richiesti : aula  – prese  elettriche

Materiali  richiesti: giornali quotidiani (o altro materiale per coprire le superfici del pavimento) in abbondanza!

Attrezzature  richieste:

Materiali  forniti  dall’operatore: tutti i materiali  specifici  per  il laboratorio

Attrezzature  fornite  dall’operatore: in funzione del laboratorio

Altre esigenze: ­

Disponibilità  operatore: da  ottobre  a  giugno  – da  lunedì  a  venerdì  – mattina  e pomeriggio

Costo: 1 laboratorio di 6 ore (3 incontri) : 300,00 € compresi i materiali (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo

2 laboratori contemporanei (con l’intervento cioè di due operatori in due classi diverse)  oppure  2 laboratori consecutivi  ( con l’intervento cioè dello stesso operatore che in giornata interviene in un’altra classe della stessa scuola o dello stesso comune): €  580,00 (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo

 

 

 

STORIE DI LUPI, GOBBI E ORCHI

Area: gioco, creatività, racconto: arte e immagine

Operatore: Laura  Sommavilla e/o Nicola Agnoli

Grado  scolastico  a  cui  è  rivolto: scuola  dell’infanzia;  scuola primaria.

PRESENTAZIONE DELL’ATTIVITA’

Cosa?Un percorso ludico-didattico che unisce al fascino della lettura di fiabe  che parlano di chi ci fa paura o ci inquieta (con la lettura assistita e/o la lettura animata)  il coinvolgimento tipico del laboratorio espressivo e il divertimento del gioco. Il testo di riferimento che proponiamo è la raccolta di fiabe italiane di Italo Calvino.

NB:  A fine laboratorio il gruppo dei bambini avrà quattro nuovi libri da aggiungere alla  biblioteca di classe… o da lasciare in custodia e in visione (che soddisfazione!) alla biblioteca del paese!

OBIETTIVI

I percorsi ideati da Peter Pan vogliono incontrare la creatività tramite il ricorso ad una molteplicità di linguaggi: la forma del racconto e della narrazione orale (cura della relazione, dell’emozione, dell’espressività linguistica): i contesti comunicativi del mondo fantastico costituiscono un’opportunità di ascolto e di relazione da far vivere al bambino attraverso l’incontro magico con i personaggi della fantasia; l’espressione grafico-pittorica e quella plastica (linguaggio grafico, incontro fisico con la materia, metodologia del progetto): i materiali si configurano in una stimolante occasione di impegno per risolvere problemi sperimentando; lo stimolo ludico (finzione, curiosità, audacia, motivazione): il gioco è una modalità specifica che attraverso divertimento e complicità guida un apprendimento attivo.   Le attività propongono un incontro tra codici, secondo il principio dell’integrazione delle dimensioni della creatività, per affermarne una volta di più il suo valore.

PROGRAMMA

Per ogni giornata:

- presentazione della fiaba;

- esposizione della fiaba attraverso una lettura animata o assistita;

- esperienza di lavoro di rappresentazione grafica dei personaggi della fiaba;

- esperienza di lavoro di coloritura con una tecnica diversa per giornata: l’encaustic, i tamponi di carta velina, il sale, i rilievi a colla, …

MODALITÀ  ORGANIZZATIVE

Numero  di  partecipanti  massimo: 1   gruppo ­classe

Durata:  4 incontri di  8  ore  complessive; salvo  accordi  differenti.

Spazi  richiesti : aula  – prese  elettriche

Materiali  richiesti : materiale  di  cancelleria

Attrezzature  richieste: -

Materiali  forniti  dall’operatore: tutti  materiali  specifici  per  il laboratorio.

Attrezzature  fornite  dall’operatore: ferro da stiro e altro

Altre  esigenze: ­

Disponibilità  operatore: da  ottobre  a  giugno  – da  lunedì  a  venerdì  – mattina  e pomeriggio

Costo:  €  400,00  compresi i materiali  (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo;

2 laboratori contemporanei (con l’intervento cioè di due operatori in due classi diverse)  oppure  2 laboratori consecutivi  ( con l’intervento cioè dello stesso operatore che in giornata interviene in un’altra classe della stessa scuola o dello stesso comune): € 750,00 compresi i materiali (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo.

 

 

 

 

IO PENSO CREATIVO!

Area:  attività espressive – educazione all’immagine

Operatore: Nicola Agnoli e/o Laura Sommavilla

Grado  scolastico  a  cui  è  rivolto:  3°-4°-5° classe della scuola primaria; 1°e 2° classe della scuola secondaria di primo grado

PRESENTAZIONE

Nella didattica, accanto al pensiero razionale, logico e sistematico viene assegnato sempre più il giusto spazio alla creatività, alla capacità di pensare soluzioni originali e di uscire dalle routine convenzionali… finalmente! Peter Pan intende offrire un assaggio di creatività: cos’è? Ci sono strumenti per misurarla? Esistono  tecniche per svilupparla? Qual è la ricetta? L’operatore guiderà il gruppo con il desiderio di  incuriosire e divertire, a partire dal nostro atteggiamento, a nostra volta ludico, alternativo e… creativo: cosa bolle in pentola??

OBIETTIVI

I percorsi ideati da Peter Pan vogliono incontrare la creatività tramite il ricorso ad una molteplicità di linguaggi: la forma del racconto e della narrazione orale (cura della relazione, dell’emozione, dell’espressività linguistica): i contesti comunicativi del mondo fantastico costituiscono un’opportunità di ascolto e di relazione da far vivere al bambino attraverso l’incontro magico con i personaggi della fantasia; l’espressione grafico-pittorica e quella plastica (linguaggio grafico, incontro fisico con la materia, metodologia del progetto): i materiali si configurano in una stimolante occasione di impegno per risolvere problemi sperimentando; lo stimolo ludico (finzione, curiosità, audacia, motivazione): il gioco è una modalità specifica che attraverso divertimento e complicità guida un apprendimento attivo.   Le attività propongono un incontro tra codici, secondo il principio dell’integrazione delle dimensioni della creatività, per affermarne una volta di più il suo valore.

PROGRAMMA

-    Prima giornata: Cominciamo ad aprire la Signora Pentola A Pressione… TCD: che cos’ è? Giochiamo a metterci in gioco con il test della creatività e del pensiero divergente!

-    Seconda giornata: Giochiamo a completare nella maniera più imprevedibile/strana/improbabile/veloce…. I Disegni A Metà: stimoliamo la fluidità, la flessibilità, l’originalità e l’elaborazione!

-    Terza giornata:  giochiamo a risolvere i quiz del pensiero divergente che arrovellano il cervello: stimoliamo le dimensioni dell’immaginazione, della curiosità, della complessità e della disponibilità ad assumersi rischi.

-    Quarta giornata: giochiamo a realizzare il “Barattolo Del Pensiero Creativo”: lavoriamo metacognitivamente sulla consapevolezza degli strumenti che abbiamo provato e delle competenze che abbiamo stimolato!

MODALITÀ  ORGANIZZATIVE

Numero  di  partecipanti  massimo: 1   gruppo ­classe

Durata:  di  8  ore  complessive  – 4 lezioni  in aula  di  2  ore; salvo  accordi  differenti.

Spazi  richiesti : aula  – prese  elettriche

Materiali  richiesti : materiale  di  cancelleria

Attrezzature  richieste: -

Materiali  forniti  dall’operatore: materiali  specifici  per  il laboratorio.

Attrezzature  fornite  dall’operatore: -

Altre  esigenze: ­

Disponibilità  operatore: da  ottobre  a  giugno  – da  lunedì  a  venerdì  – mattina  e pomeriggio

Costo:  €  400,00  compresi i materiali per il laboratorio  (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo;

se si acquistano 2 laboratori contemporanei (con l’intervento cioè di due operatori in due classi diverse)  oppure  2 laboratori consecutivi  ( con l’intervento cioè dello stesso operatore che in giornata interviene in un’altra classe della stessa scuola o dello stesso comune): €  750,00 (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo

 

 

 

 

FUORIBANDUS… A SCUOLA!

Area: racconto, gioco, creatività: attività ludica  + attività manuale

Operatore: Laura  Sommavilla  e/o Nicola Agnoli e/o Cindy Rech

Grado  scolastico  a  cui  è  rivolto: scuola  dell’infanzia,  scuola primaria, 1° e 2° anno scuola secondaria di primo grado

PRESENTAZIONE
Peter Pan presenta un laboratorio legato a doppio filo al gioco e al giocare: “Fuoribandus. Un paese in gioco” è infatti il nome di un evento - che si ripete annualmente il 2 giugno  nel paese di Provagna (Longarone) - dedicato alle attività ludiche della tradizione. Tra le attività organizzate sul tema della manifestazione arriva allora questo laboratorio che vuole promuovere la cultura ludica all’interno dell’ambito scolastico: giochiamo a giocare!

NB: A fine laboratorio il gruppo dei bambini avrà a disposizione nuovi giochi da aggiungere ai preferiti!

OBIETTIVI

I percorsi ideati da Peter Pan vogliono incontrare la creatività tramite il ricorso ad una molteplicità di linguaggi: la forma del racconto e della narrazione orale (cura della relazione, dell’emozione, dell’espressività linguistica): i contesti comunicativi del mondo fantastico costituiscono un’opportunità di ascolto e di relazione da far vivere al bambino attraverso l’incontro magico con i personaggi della fantasia; l’espressione grafico-pittorica e quella plastica (linguaggio grafico, incontro fisico con la materia, metodologia del progetto): i materiali si configurano in una stimolante occasione di impegno per risolvere problemi sperimentando; lo stimolo ludico (finzione, curiosità, audacia, motivazione): il gioco è una modalità specifica che attraverso divertimento e complicità guida un apprendimento attivo.   Le attività propongono un incontro tra codici, secondo il principio dell’integrazione delle dimensioni della creatività, per affermarne una volta di più il suo valore.

PROGRAMMA

-          Giochiamo a conoscerci e a conoscere l’aiutante dell’animatore!

-          Giochiamo a scorrere le pagine di appunti del quaderno del nonno: troveremo aneddoti legati ai giochi e ai giocattoli, storie e miti sulla nascita dei giochi e dei giocattoli, suggerimenti e istruzioni per costruirli!

-          Giochiamo a costruire i giochi!

-          Giochiamo a giocare i giochi!

L’insegnante potrà scegliere tra:

-          I giochi da tavolo e motori: dentro la tradizione popolare

-          I giochi di tavoliere: viaggio nel mondo antico

-          I giochi di tavoliere: a spasso per il mondo

MODALITÀ  ORGANIZZATIVE

Numero  di  partecipanti  massimo: 1  gruppo ­classe

Durata:  1 incontro di 2  ore  oppure 3 incontri di 2 ore per 6 ore complessive; salvo  accordi  differenti

Spazi  richiesti: aula  – prese  elettriche

Materiali  richiesti : materiale  di  cancelleria, una scatola da scarpe per ogni partecipante

Attrezzature  richieste: -

Materiali  forniti  dall’operatore: materiali  specifici  per  laboratorio

Attrezzature  fornite  dall’operatore: varie

Altre  esigenze: ­

Disponibilità  operatore: da  ottobre  a  giugno  – da  lunedì  a  venerdì  – mattina  e pomeriggio

Costo:

laboratorio da 1 incontro di 2 ore: € 100,00 oppure laboratorio di 3 incontri di 2 ore per 6 ore complessive:  €  300,00  (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo;

2 laboratori contemporanei (con l’intervento cioè di due operatori in due classi diverse)  oppure  2 laboratori consecutivi  ( con l’intervento cioè dello stesso operatore che in giornata interviene in un’altra classe della stessa scuola o dello stesso comune): 2 laboratori da 1 incontro di 2 ore ciascuno: 180,00 €  oppure 2 laboratori da 3 incontri di due ore ciascuno:  €  550,00 (esente I.V.A.) + € 1,81 marca da bollo.